+me per la terapia dei disturbi dello spettro autistico

Gianluca Baldassarre, Valerio Sperati. Laboratory of Computational Embodied Neuroscience

Un progetto finanziato dalla Regione Lazio:
Progetti di Gruppi di Ricerca
Conoscenza e Cooperazione per un nuovo modello di sviluppo
Progetto di Gruppo di Ricerca, finanziato ai sensi della L.R. 13/08”

sovvenzione: 149.298.00 Euro

durata progetto: 26 mesi

sito internet: www.plusme.it

 

+me (PlusMe) è un dispositivo sperimentale, specificamente disegnato per la terapia dei Disturbi dello Spettro Autistico -ASD-, e più in generale per i Disturbi Generalizzati dello Sviluppo (DGS). +me è il primo prototipo di Transitional Wearable Companion (TWC). Il suo scopo è quello di favorire, rafforzare e supportare lo sviluppo delle abilità sociali di base come il contatto occhi-viso (“eye-contact”), le richieste di scambio interpersonale (“social referencing”), l’attenzione condivisa (“joint-attention”). +me è un piccolo robot “morbido” a forma di animale, che potenzialmente può motivare i bambini con ASD ad interagire col terapista durante le attività riabilitative.

Il prototipo corrente si presenta come un morbido panda, con grandi occhi e quattro zampe. Forma e consistenza son pensate per suscitare un attaccamento emozionale, attraverso un contatto fisico rassicurante e confortevole. Quando il bambino accarezza +me sulle zampe, questo emette luci colorate e brevi suoni o musiche, a seconda del sito di contatto. Suoni e luci sono stimoli generalmente molto gratificanti per i bambini, e son in grado di catturare la loro attenzione.